Non solo arroganti, come il vicepresidente della commissione sanità e capogruppo 5 stelle in regione, Loreto Marcelli, che alle 2000 email di protesta inviate dai cittadini, risponde con un “si, si…grazie…basta fare ”svuota cartella” :-)” (con la faccina sorridente), ma presuntuosi.

Le audizioni delle case farmaceutiche in commissione sanità non si possono fare. 

O è il presidente della commissione sanità, Giuseppe Simeone (di Forza Italia) che non vuole troppi problemi e se ne lava le mani, oppure è l’ordine di Alessio D’Amato (l’assessore ipervax che ha già annunciato il “pass vaccinale” nel Lazio per entrare in un bar, altrimenti se non sei vaccinato resti fuori) oppure è l’ennesimo diktat che cala dall’alto da sua eminenza Nicola Zingaretti, che risponde direttamente alle lobby farmaceutiche e ai loro pesanti interessi nel Lazio.

Sono tutti cosi’ attenti e premurosi a difendere la nostra salute da questo terribile virus….e poi se i giornali segnalano 3 morti nel Lazio dopo aver fatto i vaccini (o meglio, terapie geniche sperimentali) e migliaia e migliaia di reazioni avverse anche gravi (confermate da Aifa), fanno finta di nulla ? O per loro sono solo “effetti collaterali” nella loro guerra contro il covid ?

Siccome questi signori (dalla Lega a Fratelli d’Italia, dal PD al movimento 5 stelle) che sono stati eletti per RAPPRESENTARE GLI INTERESSI DEI CITTADINI E NON GLI INTERESSI DI ASTRAZENECA, PFIZER, MODERNA e JOHNSON&JOHNSON, cestinano 2000 mail inviate dai cittadini (dai loro stessi elettori), allora usiamo le maniere forti. 
 

Giochiamo al braccio di ferro.


Da oggi e fino alla fine della legislatura, finché non verranno fatte queste audizioni, presenterò 100, 200, 300 emendamenti per OGNI proposta di legge che passerà in commissione sanità, e li discuterò uno per uno.

Vediamo se a questo punto si toglieranno il loro sorrisetto dalla faccia e vorranno partecipare all’audizione guardando negli occhi chi sta sperimentando i vaccini sulla pelle dei cittadini e non si interessa, proprio come loro, delle conseguenze, anche gravi, che “ogni tanto” succedono.
 

Questi consiglieri che cancellano con un click 2000 email di protesta come se nulla fosse, saranno costretti a scendere dal loro piedistallo dorato da 8000 euro al mese e la smetteranno con il loro fare arrogante da Marchese del Grillo : io sono io e voi non siete un cazzo.

LEGGETE qui la lettera che ho inviato a lor signori della Commissione Sanità della Regione Lazio

Categories:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *